IL NUMERO SELEZIONATO NON E’ AL MOMENTO RAGGIUNGIBILE

ANA BLAGOJEVIC

Ma perché ho così tanta paura? Da dove arriva questo timore? A cosa si riferisce? Sembra quasi la paura di qualcosa che non c’e’. Non voglio pero’ che la paura mi immobilizzi. Come faccio ad eliminarla? Ma si può davvero eliminare la paura?
Forse la si può superare? Ma di cosa ho paura? 
Ho paura della morte. Paura di rompermi qualcosa e non potermi più muovere.
Paura di per- dere mia madre. Paura di una malattia terminale. Paura di non tornare più. Paura che una catastrofe naturale ci spazzi via. Paura degli alieni. Paura della fine. Paura della routine. Paura dell’instabilità. Paura di rimanere in balia degli eventi. Paura di quando tutto e’ fuori controllo da me. Paura del vuoto. Paura della discesa. Paura di cosa succederà. Paura di far preoccupare mia madre. Paura di non riuscire. Paura di fallire. Paura di essere troppo vecchia. Paura di essere troppo in ritardo. Paura di non avere la forza di resistere. Paura di perdere. Paura di rendermi conto di non essere abbastanza. Paura di essere limitata mentalmente. Paura di essere meno capace degli altri. Paura di iniziare. Paura di continuare. Paura di finire. Paura di rimanere sola. Paura di non andare bene. Paura di non rendermi conto. Paura di non evolvere. Paura di rimanere fregata. Paura di cosa succederà. Paura di non fare. Paura di compromettermi. Paura di non poter tornare più indietro. Paura di scoprire come sono davvero. Paura di farmi schifo. Paura di non poter cambiare. Paura di guardarmi indietro e capire che non c’è più niente da fare. Paura di perdere tempo. Paura di non essere concreti. Paura di essere troppo. Paura di essere troppo poco. Paura di provare e sentire troppo. Paura di essere come mio padre. Paura di essere come mia madre. Paura di essere ignorante. Paura di rimanere incastrata. Paura di lasciarmi andare. Paura di spaventare gli altri. Paura di non controllarmi. Paura di deludere mia madre. Paura di assecondare troppo le aspettative. Paura di essere il riflesso di quello che teoricamente vogliono gli altri.